Federico Salvatore – L’Inferno della poesia napoletana secondo

Nei versi di Federico Salvatore l’irriverenza incontra la duttilità, il respiro scurrile, profondo ed arcano, e la parodia incrocia i trastulli idiomici. La sua vena elaborativa s’accende e persiste nell’innervare distingui comici, anche nelle corrosioni del linguaggio.

Maurizio Vitiello