Renato Ribaud – ‘A sfugliatella – Tra storia e curiosità dei dolci napoletani

Napule tre ccose tene bbelle ‘o mare, ‘o Vesuvio, ‘e sfugliatelle.

“Riccia o frolla che sia la sfogliatella è poesia”. 

Nel Seicento suor Clotilde da un panello di semola fa la Santa Rosa.

A duecento anni dalla Santa Rosa le sfogliatelle ricce e frolle.

Tra gusti e sapori la ricetta delle tre sfogliatelle.

Sfogliatelle nelle vetrine delle pasticcerie di via Toledo.

Al caffè concerto si canta: “E ddamme stà sfugliatella”.

La sfolgiatella nel mondo tra le pasticcerie italiane.

Il più lusinghiero complimento ad una donna “Signo’ site bbella comme ‘a na sfugliatella”.

Sono queste e tante altre storie e curiosità dei dolci napoletani, raccolti dall’autore, che è andato nei bar della nostra Napoli, a curiosare tra gli strenui sostenitori della sfogliatella.