Renato Ribaud – Non c’è Pizza senza Napoli

 

Pizza, popolo e … putere

Io songo ‘a pizza ‘e Napule

e songo stata, ‘a secule,

marenna, pranzo e cena

d”a gente ‘e sta città.

 

E songo stata, certo, ‘a cchiù grossa scuperta,

ca, ‘nziem’ ‘e vitamine,

 ll’ommo ha potuto fà.

 ‘A famma m’ha ‘nventata,

  e no nu scienziato;

   ‘a famma ‘e ffà sti scherze:

 ‘a scienza fà caccià.

Tutt’ ‘e puete ‘e Napule,

in lingua e in vernalcolo,

m’hanno celebrata

 comm’na rarità.

M’hanno paragonata

c”o doce d”e cassate,

cu chello d”e ppastiere,

oppure d”e babbà.

Gennaro Esposito

da “Pizza, popolo e… putere”

Edizioni Del Delfino